La società tra professionisti si iscrive all’albo “prevalente”

Quando si forma una società tra professionisti iscritti ad Ordini diversi, quest’ultima va iscritta nell’Ordine a cui appartiene la maggioranza dei soci e lì rimane finché restino soci soggetti ad esso appartenenti: solo se questi vengono a mancare può sussistere l’obbligo di iscrizione della società in un altro Ordine professionale. Nel silenzio del legislatore può essere sciolto in questa maniera …

Enpam, pensioni al sicuro e interventi per sostenere i medici che lavorano. Il Presidente Oliveti: «Così resisteremo all’impatto dei cambiamenti demografici»

Dalla sostenibilità della Fondazione al suo piano di investimenti, passando per le iniziative rivolte ai più giovani, Alberto Oliveti racconta lo stato di salute della cassa dei camici bianchi. E all’invito ad intervenire nell’economia reale risponde: «Il compito delle casse è un altro»   Sono casse che godono di ottima salute, quelle della Fondazione Enpam. L’ente previdenziale dei medici vanta infatti …

Test di accesso ai corsi di laurea. Sono 67.005 i candidati per medicina e odontoiatria

Erano 66.907 nel 2017. Quelli alla prova di veterinaria sono 8.136, rispetto agli 8.431 dello scorso anno. Per i test di medicina in lingua inglese sono 7.660, l’anno scorso sono stati 7.021. Anche quest’anno sono previsti 60 quesiti a cui i candidati dovranno rispondere in 100 minuti. 31 LUG – Sono 83.127 i candidati che hanno ultimato l’iscrizione ai test per …

Odontoiatri e attività libero professionale. Il 31 luglio data ultima per dichiarare all’Enpam il proprio reddito

Per effettuare la dichiarazione online sarà obbligatorio essere registrati all’area riservata del sito dell’Ente. Il reddito da dichiarare è quello prodotto dallo svolgimento, in qualunque forma, dell’attività medica e odontoiatrica o di attività comunque attribuita in ragione della particolare competenza professionale, indipendentemente dalla relativa qualificazione ai fini fiscali. In caso di ritardo, rischio sanzione di 120 euro   31 LUG – Gli odontoiatri che nell’anno precedente hanno svolto …

Pubblicità: così si creano malati. I dentisti in prima linea

La pubblicità vuole migliorare le vendite di un prodotto. La salute delle persone, però, non è un bene di consumo, ma un valore da tutelare. In sanità il messaggio pubblicitario, senza filtri sulla eticità del contenuto e verifiche della oggettività scientifica, è pericoloso per la salute della collettività. La minaccia si concretizza quando la persona, persuasa dal messaggio, si convince …

Petizioni sulla pubblicità

Alcune precisazioni su quella di CAO C’è presidente CAO di Ravenna   Gentile Direttore, Le scriviamo per poter meglio illustrare il senso di alcune azioni che notiamo, con piacere, sono state poste al centro del dibattito sul Suo pregiato giornale e per fornire alcune precisazioni che, vista la diffusione della testata, avranno sicuramente l’opportuna risonanza.Cao c’è, nata come gruppo di discussione tra …

Status di pubblico ufficiale per i medici: proposta in Parlamento

Servirà a ridurre le aggressioni ai camici bianchi. Soddisfazione dall’Ordine “Abbiamo raggiunto un risultato importante, dopo le infinite battaglie portate avanti per accendere un faro sul tema della violenza nei confronti dei medici, l’11 luglio è stata presentata alla Camera una proposta di legge che porta le firme degli onorevoli Michela Rostan, Federico Conte, Giuseppina Occhionero, Rossella Muroni, Paolo Siani, Federico Fornaro …

Seminario di approfondimento “Privacy nello studio medico odontoiatrico secondo il nuovo regolamento UE 679/2016”

10 luglio 2018 – Nei locali dell’Auditorium Gaetano Martino presso l’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Messina si è svolto un seminario di approfondimento sulla “privacy nello studio medico odontoiatrico secondo il nuovo Regolamento UE 679/2016”. Considerata la complessità della nuova normativa divenuta direttamente applicabile dal 25 Maggio 2018 e la difficoltà manifestata dai titolari di studio odontoiatrico, impreparati …

L’Antitrust boccia la legge Lorenzin: “Non opportuno costituire nuovi Ordini e nuovi Albi per le professioni sanitarie non mediche”. La relazione annuale

L’Autorità ha sottolineato la non opportunità di costituire nuovi Ordini e Albi “se non in casi eccezionali”, visto che, sotto il profilo della qualificazione professionale, le esigenze di tutela del consumatore “possono essere soddisfatte con la previsione di un apposito percorso formativo di livello universitario obbligatorio”. Bocciatura anche per Decreto fiscale e la legge di Bilancio che hanno comportato una …

CAO C’è interviene sul nostro DiDomenica e si presenta

Non siamo una corrente ma un laboratorio di liberi pensatori Gentile direttore le sue riflessioni sulla pubblicità sanitaria sono uno stimolo che non si può lasciar cadere.Anche perché le sue interpretazioni, nell’analizzare le varie iniziative, portano alla vera domanda conclusiva che Lei correttamente pone: regolamentarla o vietarla? Con la capacità di sintesi di cui La ringraziamo ci porta alla vera essenza …