I Dottori in fuga dall’Italia. Formiamo medici e infermieri. E poi li mandiamo via

La formazione di un laureato costa 150 mila euro. In 10 anni (dal 2005 al 2015) sono stati 10.104 i medici espatriati, secondo i dati forniti dalla Commissione europea sulle migrazioni dei professionisti. La principale mèta è la Gran Bretagna (33%), seguita dalla Svizzera (26%).   A zig-zag tra le contraddizioni, a spese del malato. Da un lato le facoltà di …

Fumo/3. Nel 2015 in UE 5,2 milioni di morti per cancro. Oltre 270 mila i decessi a causa del tumore ai polmoni. I dati Eurostat

Secondo Eurostat che ha diffuso i dati nella giornata mondiale senza tabacco, il cancro del polmone nel 2015 era il principale tipo di cancro mortale nell’Ue, rappresentando oltre un quinto (21%) di tutti i decessi correlati al cancro. Per quanto riguarda la produzione di sigarette inevece, una su tre in Europa viene dalla Germania che ne ha prodotte 168 miliardi. …

Fumo/2. Dal 2000 è diminuito l’uso del tabacco. Ma l’obiettivo di riduzione del 30% nel 2025 è ancora lontano. Ecco l’ultimo report Oms pubblicato in occasione della Giornata mondiale

Il ritmo di azione per ridurre la domanda di tabacco e le relative morti e malattie è in ritardo rispetto agli impegni globali e nazionali di ridurre il consumo di tabacco del 30% entro il 2025 tra le persone di 15 anni e più. Se la tendenza continua così, il mondo raggiungerà solo una riduzione del 22% entro il 2025. …

Fumo/1. Non diminuiscono i consumatori. Focus sui giovani: uno su dieci fa uso di tabacco e più della metà di questi anche di cannabis, pratica poco sport, ha un basso livello di cultura ed eccede con l’alcol. Il rapporto dell’Iss

Nella Giornata mondiale senza tabacco l’Istituto superiore di Sanità ha diffuso i dati italiani. Ricciardi (Iss): “Urgente educare a corretti stili di vita fin da piccolissimi per evitare la sovrapposizione di dipendenze pericolose”. Pacifici (Ossfad): “La metà dei giovani è entrato in contatto con i prodotti del tabacco: i ragazzi sono il serbatoio di riserva del tabagismo”.    31 MAG …

Generazione di intossicati da Internet

Gli adolescenti di oggi vanno a giga e telefonini. Un ragazzo su 3 cade letteralmente nel panico appena finisce il traffico Internet sul proprio smartphone ed il 20% non riesce neanche ad aspettare il rinnovo della propria tariffa telefonica. A lanciare l’allarme da dipendenza da Internet è una ricerca condotta da Skuola.net, Università Sapienza di Roma e Università Cattolica di Milano …

Stress: ne soffrono 9 italiani su 10

Mal di testa, stanchezza generale, mal di stomaco, insonnia e dolori muscolari. Questi sono solo alcuni dei disturbi legati allo stress che colpisce quasi 9 italiani su 10. A rivelarlo è uno studio che mette in relazione stili di vita e stress promosso da Assosalute (Associazione Nazionale farmaci di automedicazione che fa parte di Federchimica). Secondo l’indagine i disturbi da stress …

Le notifiche dello smartphone danno dipendenza

Arrivano con vibrazioni, trilli e suonerie. Sono le notifiche dello smartphone che ci annunciano l’arrivo di una mail, di un messaggio whatsapp o di un tag su Facebook e di cui ormai non riusciamo più a fare a meno fino a generare una vera e propria dipendenza. A evidenziare come il meccanismo che sta dietro all’abuso di telefonini e tablet …

Studiare apre la mente e non fa invecchiare

Chi più tardi smette di studiare più tardi invecchia. A confermare il legame tra il livello di istruzione e la salute del cervello in vecchiaia è uno studio guidato dalla University of Southern California. Secondo i ricercatori che hanno svolto l’indagine, più è alto il livello di istruzione, più tarda a manifestarsi il declino cognitivo, la perdita della memoria e …

Leucemie infantili, la speranza per tanti bambini e per le loro famiglie diventa realtà

Oltre a servire localmente, i Lions ed i Leo supportano cinque aree globali di service nel mondo: vista, lotta alla fame, ambiente, cancro infantile e diabete. Per questo motivo, coerentemente con le indicazioni di Lions Clubs International, mercoledì 11 aprile, si è realizzato a Messina, organizzato dal LIONS CLUB MESSINA IONIO, in collaborazione con i giovani Leo e patrocinato dal …

I “colori” dei frutti di bosco come potenziali armi anti-cancro

Molecole contrastano la crescita tumorale, test su cellule   Gli antiossidanti dei frutti di bosco – ovvero quelle molecole, dette antocianine, che gli conferiscono il caratteristico colore acceso – potrebbero in futuro trasformarsi in armi anti-cancro. Secondo uno studio riportato sulla rivista Scientific Reports, infatti, queste sostanze interferiscono con geni che promuovono la crescita tumorale e, viceversa, favoriscono l’attivazione di …