Fisco, è il momento della dichiarazione dei redditi. De Pascale (FNOMCeO): «Stipendi e fatturazione elettronica, ecco cosa cambia»

Il 2 luglio è il momento del versamento del saldo 2017 e della prima rata acconto 2018. L’Irap si pagherà insieme al modello unico. Dal 1 luglio 2018 non potranno più essere pagate le retribuzioni con denaro contante, qualsiasi sia la tipologia di rapporto di lavoro   IRPEF, IVA, IRAP, IRES, cedolare secca, ecc. Si avvicina il tempo delle più …

Cassazione: niente Irap al dentista con una segretaria e strumenti nella norma

Non versa l’Irap l’odontoiatra che – per svolgere la professione – si avvalga di lavoratore dipendente e che dichiari spese per beni strumentali in linea con quelle del settore. Questo il principio sancito dalla Cassazione con l’ordinanza n. 8189/18. Fonte: ilsole24ore

Cassazione Civile Ord. n. 26654/17 – IRAP PROFESSIONISTI

La Corte di Cassazione ha ribadito che non paga l’IRAP il professionista che si avvale delle prestazioni di una dipendente, assunta part-time, svolgente mansioni di segreteria o generiche o meramente esecutive, che rechino all’attività svolta dal contribuente un apporto del tutto mediato o, appunto, generico. La Corte ha, quindi, chiarito che perché i c.d. mezzi c.d. “personali”, di cui il …

IRAP professionisti

IRAP PROFESSIONISTI – La Corte di Cassazione ha affermato che non sono soggetti ad IRAP i compensi che un professionista percepisce durante lo svolgimento dell’attività libero professionale consistente esclusivamente in consulenza o collaborazione presso uno studio altrui o strutture professionali esterne da altri organizzate. FATTO E DIRITTO: (Omissis) propone ricorso contro l’Agenzia delle Entrate per la cassazione della sentenza della …

Il professionista che collabora con due studi professionali associati paga l’IRAP

Ordinanza n. 24590/17 – IRAP PROFESSIONISTI – Il professionista che collabora con due studi professionali associati paga l’IRAP, salvo che non riesca a provare non solo la distinzione della propria attività di studio da quella di ciascuna associazione professionale, ma al contempo l’assenza, con riferimento a detti studi, di benefici organizzativi recati dalla propria adesione alle succitate associazioni tra professionisti. …