Sistema tessera sanitaria, il fisco a Fnomceo: i medici non inviano dati. Il punto su numeri e possibili sanzioni

Il 18 gennaio l’Igespes, Ispettorato generale per la spesa sociale della ragioneria dello Stato, ha avvertito la Fnomceo: solo il 15% dei medici e dei dentisti iscritti agli albi ha spedito all’Agenzia delle Entrate i dati dei pazienti attraverso il sistema tessera sanitaria. A tredici giorni dalla scadenza la percentuale doveva suonare irrisoria, e la Federazione ha scritto gli ordini …

Comunicazione di servizio: 730-precompilato, spese sanitarie. Criticità trasmissione dati anno 2018 – SCADENZA 31/1/2019

La segreteria IGESPES, con riferimento alla trasmissione dei dati in oggetto, evidenzia che a tutt’oggi, la percentuale degli iscritti all’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri che ha inviato i dati al Sistema TS-730 è ancora bassa (circa il 31%). Pertanto, chiede di sollecitare ulteriormente gli iscritti al completamento delle attività di trasmissione dei dati entro i termini previsti (31 gennaio …

Dente perdente – in Italia ci sono 15 mila dentisti abusivi.

In Italia c’ è un esercito di falsi dentisti. Sono ben 15mila, secondo un’ indagine dei Carabinieri del Nas, gli odontoiatri abusivi. Falsi professionisti in grado di generare un giro d’ affari di 90 milioni di euro in tre anni. Tanto è durata l’ indagine realizzata dagli specialisti dell’ Arma. I dentisti abusivi sono radicati soprattutto al Nord – dove …

Carabinieri NAS Pescara: falso dentista colto in flagranza

L’esercizio abusivo delle professioni sanitarie trova la massima percentuale di illecito in ODONTOIATRIA. Migliaia di abusivi, spesso coperti da iscritti agli albi (vicenda di Cosenza docet). L’ abusivismo, esercitato o no con il prestanome in studi mono-professionali o in strutture di capitali, provoca danni alla salute per le persone ed evasione fiscale. L’attività costante e benemerita esercitata sul territorio dagli …

Fattura elettronica: i casi in cui i medici sono obbligati

Entro la fine del mese occorrerà inviare i dati per la tessera sanitaria. L’elenco delle categorie interessate Sono trascorse quasi due settimane dall’obbligo della fatturazione elettronica e come previsto le polemiche non mancano. Sono scese in campo anche le associazioni consumatori per venire incontro alle esigenze degli utenti. Da questo provvedimento, come abbiamo già anticipato, sono esclusi medici e farmacisti, anche se parzialmente. …

Fattura elettronica. Garante privacy: “Ancora criticità, non vengano emesse in nessun caso”

Il Decreto Fiscale ha introdotto un temporaneo regime derogatorio per il periodo di imposta 2019. In ogni caso il Garante ha ingiunto all’Agenzia delle entrate di dare istruzioni ai soggetti che erogano prestazioni sanitarie affinché in nessun caso sia emessa una fattura elettronica attraverso lo SDI concernente l’erogazione di una prestazione sanitaria, in modo da evitare trattamenti di dati in violazione …

Fattura elettronica, bocciata banca dati Agenzia delle Entrate. Stop ai dati sanitari

Niente banca dati delle fatture dell’Agenzia delle Entrate, memorizzati solo i dati fiscali necessari per i controlli automatizzati e no alla fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie. L’Agenzia potrà archiviare le fatture solo su richiesta dei contribuenti che avranno necessità di consultarle. È la decisione del Garante per la privacy, preso atto delle modifiche apportate all’impianto originario della fatturazione elettronica …

Approvato il bilancio di previsione 2019

L’Assemblea nazionale della Fondazione Enpam ha approvato il Bilancio di previsione 2019. Il documento indica per il prossimo anno un avanzo di oltre 848 milioni di euro, superiore rispetto ai 727 milioni previsti dal bilancio preventivo 2018. Nel 2019 le entrate contributive sono previste in moderato aumento. Contemporaneamente cresce in modo rilevante il numero degli iscritti che maturano i requisiti …

Il regime forfettario fa i conti con split payment ed e-fattura

IMPOSTE INDIRETTE: L’aumento dei ricavi-soglia potrebbe allargare l’area di chi evita l’invio allo Sdi. I fornitori delle Pa «indicizzate» sono già tenuti ai documenti digitali Il rapporto tra i soggetti che applicano il regime forfettario e le pubbliche amministrazioni “intreccia” lo split payment e i nuovi obblighi di fatturazione elettronica tra privati previsti dal 1° gennaio 2019. Un incrocio al …